Giovedì 19 Settembre 2019
Fusino Redasco Eita 2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabrizio Pola   
Lunedì 21 Luglio 2014 11:51
Fusino Redasco Eita 2014
In un weekend interlocutorio, ad una settimana dalla Stralivigno (prima tappa del mio Trittico Valtellina), senza gare domenicali in giro, il prezioso calendario del sito Marathon segnala questa corsa che non conosco.
Vista la giornata dal clima clemente, decido di passare il sabato pomeriggio nella verdeggiante Valgrosina (orientale) e sperimentare questa nuova kermesse.
La gara si rivela una dura e pura corsa in montagna: niente fronzoli tipo sito web, musica, gonfiabili, speaker.... ci si iscrive al bar dei ciucat, la partenza è una nuda striscetta bianca sul manto stradale, i giudici Fidal sono arcigni alla spunta come al solito.
Noi Fidal saremo una quarantina di elementi (altrettanti i non tesserati), in massima parte atleti tosti dell'alta valle e della Rupemagna di Grosio: è certo che nell'ordine di arrivo mi troverò nelle ultime posizioni.... della media e bassa valle segnalo il Morelli, i coniugi Tangherloni, Della Torre, la Mara Ciapponi....
Partenza veloce a Fusino (quota 1250 circa), 500 m di discesa su asfalto, svolta a sinistra e si attacca una dura salita; primi quattro chilometri su largo sentiero sterrato, tratti impervi alternati ad altri più corribili, comunque percorso severo; al quarto km si imbocca una mulattiera, la temibile Spirosa: un muro di Risc di 1km nel quale si guadagnano quasi 300 m di dislivello (...26% di pendenza media con tratti oltre il 30); ci metto 20 minuti a trascinarmi su questo km infernale, si scollina tra le baite di Redasco (quota 1900 circa) tra gli incitamenti del pubblico e uno spartano ristoro a base di acqua gelida.
Disesa a rotta di collo su ampia strada sterrata (..sui generis dell' arrivo della Stralivigno): sono sul mio terreno e riesco a raggiungere e distanziare un gruppo di 7/8 runner che mi avevano superato in salita.... ultimo km nervoso, le gambe sono ormai al limite ma ormai taglio il traguardo sito alla chiesa di Eita (quota 1700 circa).
Per 10 secondi non riesco a stare sotto l'ora, vince Rossatti su Della Torre in circa 45 minuti.
A questo punto compio un errore madornale: faccio la doccia, dopo relativa coda, al rifugio e perdo il passaggio per tornare a Valle.... devo sciropparmi tutti i tempi morti e poi le premiazioni, in più non c'è campo telefonico... mi daranno per disperso, pazienza...
Grazie alla simpatica Mara Ciapponi (e marito), riesco a raggiungere Tirano alle 8.20.
In sintesi comunque una bella esperienza, forse un po' dura nell'ottica di Livigno sabato prossimo, vorrà dire che in settimana cercherò di risparmiare un po' gambe e energie.

Fusino Redasco Eita 2014
In un weekend interlocutorio, ad una settimana dalla Stralivigno (prima tappa del mio Trittico Valtellina), senza gare domenicali in giro, il prezioso calendario del sito Marathon segnala questa corsa che non conosco. 

Vista la giornata dal clima clemente, decido di passare il sabato pomeriggio nella verdeggiante Valgrosina (orientale) e sperimentare questa nuova kermesse.

La gara si rivela una dura e pura corsa in montagna: niente fronzoli tipo sito web, musica, gonfiabili, speaker.... ci si iscrive al bar dei ciucat, la partenza è una nuda striscetta bianca sul manto stradale, i giudici Fidal sono arcigni alla spunta come al solito. 

Noi Fidal saremo una quarantina di elementi (altrettanti i non tesserati), in massima parte atleti tosti dell'alta valle e della Rupemagna di Grosio: è certo che nell'ordine di arrivo mi troverò nelle ultime posizioni.... della media e bassa valle segnalo il Morelli, i coniugi Tangherloni, Della Torre, la Mara Ciapponi.... 

Partenza veloce a Fusino (quota 1250 circa), 500 m di discesa su asfalto, svolta a sinistra e si attacca una dura salita; primi quattro chilometri su largo sentiero sterrato, tratti impervi alternati ad altri più corribili, comunque percorso severo; al quarto km si imbocca una mulattiera, la temibile Spirosa: un muro di Risc di 1km nel quale si guadagnano quasi 300 m di dislivello (...26% di pendenza media con tratti oltre il 30); ci metto 20 minuti a trascinarmi su questo km infernale, si scollina tra le baite di Redasco (quota 1900 circa) tra gli incitamenti del pubblico e uno spartano ristoro a base di acqua gelida.

Disesa a rotta di collo su ampia strada sterrata (..sui generis dell' arrivo della Stralivigno): sono sul mio terreno e riesco a raggiungere e distanziare un gruppo di 7/8 runner che mi avevano superato in salita.... ultimo km nervoso, le gambe sono ormai al limite ma ormai taglio il traguardo sito alla chiesa di Eita (quota 1700 circa).

Per 10 secondi non riesco a stare sotto l'ora, vince Rossatti su Della Torre in circa 45 minuti. A questo punto compio un errore madornale: faccio la doccia, dopo relativa coda, al rifugio e perdo il passaggio per tornare a Valle.... devo sciropparmi tutti i tempi morti e poi le premiazioni, in più non c'è campo telefonico... mi daranno per disperso, pazienza...

Grazie alla simpatica Mara Ciapponi (e marito), riesco a raggiungere Tirano alle 8.20.

In sintesi comunque una bella esperienza, forse un po' dura nell'ottica di Livigno sabato prossimo, vorrà dire che in settimana cercherò di risparmiare un po' gambe e energie.

Fabrizio Pola

Condividi su:

Deli.cio.us    Digg    reddit    Facebook    StumbleUpon    Newsvine
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.