Giovedì 19 Settembre 2019
Stra Livigno: I commenti PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione 2002 Marathon Club   
Lunedì 28 Luglio 2014 07:06

Durante le premiazioni, il sottoscritto coadiuvato dal Baruffi è  salito sul podio a ritirare l'ambito premio riservato alla società con maggior numero di partecipanti; la (..si spera) gustosa forma di formaggio,  del peso stimato di 5-6kg, è attualmente in custodia presso la cantina del suddetto Baruffi,  in attesa che i maggiorenti della società ne decidano le sorti.

Venendo brevemente alla cronaca di questa che può essere considerata,  almeno dal punto di vista dei numeri (quasi mille iscritti sulle varie prove), come la regina delle corse valtellinesi, si segnala la vittoria keniena maschile e femminile.
Il percorso leggermente variato inaugurato la scorsa edizione,  giovandosi del clima propizio con 12 gradi e cielo coperto, si è rivelato particolarme veloce; la maggior parte dei concorrenti hanno migliorato la propria performance (..il sttoscritto di 6 minuti).
Organizzazione molto efficiente e Pasta Party finale molto buono, come di consueto.
Fabrizio Pola





Di stralivigno ne ho fatte parecchie,ma questa e' stata senz'altro la piu' impegnativa,non tanto dal punto di vista fisico,quanto per quello psicologico.

Da un mese sono fermo per uno strappo al polpaccio,un mese di astinenza dalle corse,un mese di sofferenza,che mi ha portato a saltare 2 gare importanti come la 4 luglio e soprattutto la Dolomites Skyrace,agognata da piu' anni;gara che ha visto protagonista un grandissimo Lorenzo e che a ma ha lasciato solo la soddisfazione di vederlo arrivare al traguardo come un missile.
Rientrare in una mezza cosi particolare,mi angosciava non poco.
Lunedi' scorso esco sul sentiero con Ale a fare una decina di km,ma le sensazioni non sono il massimo;le chiedo se e' disposta a fare la Stralivigno insieme; giovedi riprovo,ma e' peggio e il venerdi' zoppico come uno zoppo,tanto che al lavoro mi consigliano di chiudere baracca e burattini.
Ieri mattina con un acqua pazzesca salgo verso il Piccolo Tibet con le Maselli sister e Giampiero,ma un attimo prima di partire miracolosamente cessa la pioggia.
Noi del 2002 siamo tantissimi,partiamo,mi metto dietro ad Ale e per quasi tutta la mezza le staro' dietro,non male dal punto di vista anatomico,corro costantemente con l'occhio sul terreno per non sbagliare appoggi,risparmiare il piu' possibile l'arto infortunato,sempre con l'incubo della sassata che ti avvisa che hai preso lo strappo.
Pero' man mano che scorrono i km va sempre meglio la gamba si scioglie sempre di piu' e la sofferenza e' minore,non ho molto tempo per pensare e gustarmi la gara, anche se mi sembra scorrere veloce sotto le scarpette.
Prima di partire mi ero prefissato i passaggi critici e i punti piu' ostici.Per ma la mezza di Livigno e' la piu' bella in assoluto,una gara dove emergono potenza,forza , agilita' e velocita',dove bisogna calibrarsi e spingere a tutta dove il terreno lo permette;la conosco bene,e cerco di adeguare il mio passo al terreno senza perdere di vista la mia guida e i punti di riferimanto.Tranquilli nei primi km di asfalto,abbastanza veloci nel tratto di bosco che porta al cambio staffetta,qui incontriamo Cinzia con il suo cappellino che spicca fra la moltitudine di teste,cerco di fare in modo che stia unita a me e Ale,manca poco al cambio con Enrica.
L'asfalto dopo il cambio fa tirare il fiato prima di risalire,affrontare l'erta prima della Tea Bork e immettersi in val Federia;dico ad Ale che quest'anno mi e' sembrata di volarla via ed in un attimo siamo all'ultimo km.
Tra me e me tiro un sospiro di sollievo,manca pochissimo all'arrivo,ma il dramma e' sempre in agguato,passiamo assieme il traguardo,a dire il vero avrei voluto mandare avanti Lei,per cavalleria,ma ha deciso che si doveva arrivare insieme.
Lei soddisfatta,per aver abbassato di 6 minuti il suo tempo,io per essere arrivato in sua compagnia e per giunta integro.
Per la cronaca quasi 1000 i partecipanti,e come al solito gara vinta dai keniani.
Grande inconveniente la logistica dell'organizzazione: impossibile cambiarsi sia prima che dopo la gara nel terreno infangato sotto i tendoni; disagevole il ristoro,per lo stesso motivo,e' vero che il meteo ci ha messo del suo,pero'...quando si ha una struttura come il polifunzionale di Plaza Placheda mi sembra inutile cercare innovazioni o cambiamenti;le poche navette hanno fatto aspettare al freddo gli atleti al rientro per le docce,che per altro erano fredde.
Dal punto di vista organizzativo capisco che chi organizza cerca sempre qualcosa per migliorare e per innovare,ma per me il fascino della Stralivigno e' la salita iniziale,e' qui che si fa selezione e che deve cominciare la corsa.
Comunque e' bene quello che finisce bene,ci ritroviamo tutti assieme davanti all'ottima cena e ci lasciamo con la grappa al mirtillo offerta da Cinzia;e' qui che il Marathon si riconosce.
Ciao a tutti
fabio giusto

Bella Stralivigno 2014: come sempre per me ciò che conta di più, oltre alla condizione fisica personale, è la compagnia e da questo punto di vista devo dire non avrei potuto chiedere di meglio. Sono partita da Sondrio con Chicca, Fabio e De Petri per poi trovare a Livigno il resto della compagnia 2002 Marathon. Giornata disastrosa dal punto di vista meteorologico anche se la temperatura fresca alla fine ha aiutato tutti a raggiungere risultati migliori del previsto. Per quanto mi riguarda ho fatto una grande gara, ottimo risultato rispetto all’edizione 2013 (ben 6 minuti meno), niente crampi se non un leggero fastidio al taglio del traguardo dovuto forse più al freddo che non alla fatica. Gara interamente corsa in compagnia di Fabio (instancabile amico e compagno di avventura) che riprendeva proprio con la Stralivigno a gareggiare dopo un fermo da infortunio. Certo i miei tempi sono più dilatati rispetto ai suoi ma il programma era di correre insieme e, infatti, abbiamo tagliato il traguardo con (il mio) tempo di 2:10:07. 

Complimenti a Fabio per averci creduto nonostante la paura di farsi nuovamente male, a Chicca per l’ottimo tempo personale e a Gianpiero, che per essere (a detta sua) un runner “discontinuo”, ha fatto una gran gara!!!!

La giornata si è conclusa mangiando in compagnia degli amici del 2002 Marathon …. il modo migliore per festeggiare una bella gara e concludere una splendida giornata!!!


Alessandra.

 


Buongiorno sono Livio Castellani Presidente del Marathon Club Livigno e del
Comitato Organizatore della Stralivigno 2014, ho letto i vostri commenti e sono
a scusarmi per tutti gli inconvenienti che avete dovuto subire Sabato scorso
soprattutto, ma non solo, alla partenza/arrivo della gara.
Ci spiace per quello che è successo e come dice giustamente Fabio c'è stato
anche lo zampino della pioggia, ma questo per noi non deve essere una scusante
perchè si poteva anche mettere in preventivo e si doveva prevedere una
soluzione che non penalizzasse i concorrenti stessi.
La scelta di partire/arrivare da Aquagranda è stata fatta già lo scorso anno e
confermata anche in previsione dell'apertura della pista d'atletica, che
dovrebbe sorgere vicino alla struttura..
Come si può intuire le scelte vengono fatte, soprattutto per la logistica con
un anno d'anticipo,poi  bisogna presentare il regolamento per l'approvazione
dove devono essere indicate le zone di partenza/arrivo, percorso e tutto ciò
che riguarda la gara..quando abbiamo fatto tutto ciò non si sapeva ovviamente
della chiusura di Aquagranda, e a noi l'utilizzo della struttura con tutti i
suoi servizi è stata comunicata solo il mese preima della gara, a quel punto
era impossibile, per tantissimi motivi, spostare nuovamente la zona di
partenza.
A Plaza Placheda poi come avete visto ci sono dei lavori in corso che non ci
avrebbero permesso di partire con mille persone senza correre il rischio che
qualcuno si potesse anche far male.
Per le navette avevamo richiesto che passassero ogni 15 minuti, per motivi a
noi sconosciuti ma, che verificheremo quanto prima, sono passati ogni 30/35
minuti, ovviamente insufficienti per smaltire tutti i concorrenti.
Questa sera ci ritroviamo per programmare la prossima edizione, e faremo
particolarmente attenzione a tutto ciò che di negativo ci è stato segnalato da
più parti, cercando, nel limite del possibile, di porre rimedio a tutto, nella
speranza di avervi con noi così numerosi anche il prossimo anno. Ci fa
particolarmente piacere che siate state voi a vincere il premio come club più
numeroso.
Rinniovando le nostre scuse speriamo di rivederci presto su qualche campo di
gara..buone corse a tutti e grazie per la vostra comprensione.
Castellani livio

 

Condividi su:

Deli.cio.us    Digg    reddit    Facebook    StumbleUpon    Newsvine
Ultimo aggiornamento Venerdì 01 Agosto 2014 08:38
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.