Lunedì 19 Agosto 2019
Maratona di Valencia 2014 PDF Stampa E-mail
Giovedì 20 Novembre 2014 23:28

E’ stata una bella trasferta.  Iniziata venerdì scorso con partenza da Orio al Serio nel tardo pomeriggio ed arrivo a Valencia con un primo impatto molto simpatico.  Sulla Metro un più che nutrito gruppo del Marathon di LIVIGNO ( atleti,parenti,figli e nipoti) , che occupava tutto il vagone.

L’avrei incontrati più volte nel corso del week end!                                                                  

L’indomani (sabato) prendo contatto con gli altri amici del 2002 Marathon club  per incontrarci al ritiro pettorali.  Sono presenti alla Ciudad de la Ciencia y de las Artes (divenuta per questa occasione Ciudad del Running) la ex Presidenta Monica Biglioli, la sua amica Beatrice Mevio, la nota Elda Colatti, I coniugi Tavelli (Ornella e& Corrado), il runner rampante Massimo Piliego.    

Foto di rito (ancora i Livignaschi) e arrivederci per la pasta pre-gara.

Domenica mattina per me colazione al sacco perché l’albergo non serviva colazioni prima delle 8 ed i bar di domenica aprivano dopo le 9 !                        

Alla partenza altri incontri e foto poi ognuno ai propri cancelli ( 12000 runners).Prima constatazione: i Pace maker ,per chi li sfrutta, hanno tutti lo stesso colore e quindi ci devi arrivare sotto per vedere il “ Passo” segnato !                                                                          

Seconda constatazione: Cielo limpido, caldo (19° alle 9) ma VENTO  !     Ecco perché nel 2007 hanno organizzato qui l’American Cup  !!                                                                        

Alle 9 in punto si parte.   Che spettacolo !  Al primo ponte sul “deviato “ fiume Turia  4 corsie stradali percorse da maratoneti.  Sembra quasi il “da Verrazzano” bridge  di New York.          

Noto una postazione di Bomberos, alias pompieri, pronti a rinfrescare i partecipanti.  Penso che prima o poi ne approfitterò.  Ma al primo viale all’ombra verso il porto un’aria non proprio tiepida ci spazzola bene. Rinuncerò così lungo il percorso a ….rinfrescarmi.                              

Già al 15 esimo Km ho la sensazione di accusare la stanchezza.  Avevo, per la prima volta, preparato una tabella di marcia elementare per concludere sotto le 4 h.                                    

Cioè,  bastava che recuperassi 12’  lungo i 40 Km per rientrare entro le, per me fatidiche, 4 h.   Quindi se avessi impegato per ogni 10Km  57’ il gioco era fatto….più o meno.                        

Ma le tabelle non sono fatte per me.  Non ne ho mai seguita una !  Per cui dopo 6Km ero già in vantaggio     di  4’. Andavo forte !!! Incontro alcuni runners di Livigno, li supero ma mi risuperano dopo 1 Km                    

Ho deciso di mettere in cassaforte il “guadagnato” perché sicuramente mi sarebbe servito in seguito.              

Infatti il seguito è stato molto più duro del previsto.  La crisi era lì, già al 25 esimo Km (altro che 35esimo).      

Molti pensieri nei successivi Km.  Pensieri negativi ( ritiro !) ( perché non ho seguito il piano più semplice). Neanche la folla festante e casinara mi risollevava.   Nessun dolore solo una stanchezza così non l’avevo mai provata nelle precedenti maratone.  Ho iniziato, per incoraggiarmi, a fare il conto alla rovescia ( ne mancano solo 10 ! ).  A quel punto ho provato anche a “ forzare”……al rientro nel centro storico.                  

La gente ti chiama per nome.  I bambini ti offrono il 5.    

Le ragazze ti incoraggiano ( “vamos “ “ venga” “animo”).  Anche un intervista istananea  TV ( “ que pasa?”)  lungo uno dei ristori da me camminato.              

A 4 Km dal traguardo il tifo si fa sotto!   Gli ultimi 2 Km li corriamo attraverso un corridoio di folla largo non più di 2-3m.  Che emozione !                                                                            

Ci do sotto ….per quel che posso.    Rettlineo di 5-600m…..3 gonfiabili…tiro…ma c’è una curva con altri 2 gonfiabili ( 150m …….Non ne posso più…..                                                  

Taglio il traguardo che il mio garmin segna  3h 55’ 26” ( poi corretti in 11” dal real time).          

E’ la mia 13 esima maratona su 15 sotto le , per me inederogabili , 4 H !                                  

Ma è stata la più dura corsa ….finora.                                                                                      

Gli altri del 2002 Mc ?      Tutti arrivati  con soddisfazione e  con il Piliego primo del gruppo nonostante problemi fisici.

Fabrizio


Le Foto

Condividi su:

Deli.cio.us    Digg    reddit    Facebook    StumbleUpon    Newsvine
Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Novembre 2014 10:40
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.