Venerdì 06 Dicembre 2019
Sassella Run PDF Stampa E-mail
Lunedì 11 Maggio 2015 21:21
3^ edizione del Sassella Run,la mia prima, corsa durissima,sotto un sole cocente,ma bellissima,organizzata benissimo,con tutti i ristori al posto giusto,dove chi corre spera di trovarli.
Il tracciato lo conoscevo,l'avevo gia' provato una mattina piovosa di 2 anni fa con il Baruffi e il Caprari,ma un conto e' provarlo ed un conto e' farlo con l'adrenalina della competizione.Siamo in 170 con molti Big: Vanotti,Pizzatti,Beno, Mozzi,Rossatti,Rffaella Rossi e la Sortini,grandissimi nomi sulle rocce della Sassella.Beno e Sortini saranno i vincitori della prima corsa dei Retici Balzi.
Alle 9.30 in prima fila su una virtuale linea di partenza,noi siamo un bel gruppo,numerosi,capeggiati,finalmente dal Pres, titubante del suo stato di forma,ma che poi correra' benissimo,con il suo solito passettino..la classe non e' acqua.
Io mi presento un po in ritardo,rispetto ai miei schemi, nervoso, e questo mi portera' a fare cose che in corsa non si devono mai fare,soprattutto per un veterano come me.
Parto sparato,alla chiesa della Sassella sono poco distante dai primi,poi mi defilo e faccio passare,arrivano il Baruffi,Diego e il Caprari,mi accodo,ma loro vanno regolari,e non hanno speso stupidamente energie in partenza,la salita e' veramente tosta,resa ancor piu' ardua dal caldo soffocante del sole e delle rocce che lo assorbono,tanto che nei rari falsipiani dove si dovrebbe correrre non e' facile allungare il passo.
850mt di dislivello non sono pochi in una corsa di 7.2 km,non si arriva mai in cima,mi sembra lunghissima,il passaggio nella cantina di Triasso smorza un poco l'affanno,ma poi si torna a salire fino allo scollinamento di Pradella,qui tiro il fiato e comincio la discesa, recupero sul Baruffi e Diego,altro errore grave,mi butto a capofitto, li supero e prima di Vesolo inquadro il Camillo,non mi sembra vero,lo supero e mi accingo alla salita che porta a lago di Triangia,ma qui, dove si corre nel bosco,e' piu' fresco,e soprattutto meno ripido,e si dovrebbe fare la gara,non ho piu molte gambe,Fabrizio mi passa,cerco di non mollarlo,ma arrivo in cima demolito ed in discesa non e' ho proprio piu',cerco di tenere nella discesa sterrata,dove mi passeranno in molti,e dignitosamente arrivo al traguardo.
In meno di 1 km prendo piu di un minuto dal Baruffi....E si che in partenza mi ero riproposto di stargli dietro,come a Nizza,ma il mio stato d'animo mi ha fregato.
Tutto sommato sono contento della mia corsa,ho esagerato,ho pagato,ma tutto serva in vista del Viandante.
Comunque come sempre il 2002 si e' distinto, con una grandissima Ale, seconda di categoria dietro l'irraggiungibile Raffaela Rossi,questo e' proprio il suo anno.
alla prox.

fabio giusto

Condividi su:

Deli.cio.us    Digg    reddit    Facebook    StumbleUpon    Newsvine
Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Maggio 2015 21:23
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.