Lunedì 18 Dicembre 2017
StraMilano 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo Dusci   
Lunedì 20 Marzo 2017 08:13

Il pregara inizia sabato sera, al bar Leone. Birra come piovesse.

Mi squilla il telefono. Numero sconosciuto. Un nostro iscritto, a Milano, viene rimbalzato al ritiro pettorali in quanto non in regola con l’iscrizione alla FIDAL.

Rassicuro e, malgrado sono tecnologicamente un uomo del secolo scorso (parole di Fabio Trivella), sistemo la faccenda dal telefonino e proseguo con le birre.

Domenica mattina puntualissimo il pulmino blu parte alla volta di Milano a pieno carico.

Colorina 5, Chiuro 3, Albosaggia 1.

Come sempre si parcheggia in Foro Buonaparte, a 200 mt dalla partenza e a 300 mt. dall’arrivo.

Passeggiata, rituali pregara, riscaldamento e tutti in griglia.

Durante l’attesa all’interno della griglia incontriamo i PT Skyrunning, il pazzo Lombella, Carlo Margolfo con la nuova casacca, e il nostro Miky Rigamonti.

Tollero per ben 20 minuti il vedere atleti con pettorali da ultime file entrare nella griglia davanti a noi, quella dei Top Runner, fino a che, a 10 minuti dallo start, strappo la fettuccia davanti a me in modo che tutti si possano accodare a pochi metri dai tappeti.

Parto consapevole di essere in forma anche se la mezza non è la mia gara.

Il primo obiettivo è quello di transitare ai 10K in 38.30 circa.

Da subito tutti i GPS iniziano a litigare con i km posizionati dall’organizzazione.

Il mio GPS segna 38’22” ai 10K mentre ai tappeti ufficiali transito in 38’37”.

La cosa non mi disturba affatto anche perché non ho velleità di personal best o cose del genere.

Sto benissimo e proseguo a ritmo abbastanza costante.

All’11° km affianco l’allievo Tiziano, che ho tampinato a distanza fin dall’inizio.

Corriamo assieme per poche centinaia di metri ma capisco che per lui non è giornata (domenica scorsa mi ha rifilato 50” su 5 km, tanta roba).

Intravedo poco avanti la canotta Crazy di Micky Rigamonti.

C’è tempo e, piano piano, lo recupero, superandolo al 17° km circa.

Sto veramente bene e allungo, non mollando più fino alla fine (mentalmente ho simulato gli ultimi km di un allenamento progressivo).

Chiudo con un tempo fantastico per il mio GPS, discreto per TDS, visto che il percorso misura circa 350 mt. in più su tutti i GPS (caro Massimo Castagna, il prossimo anno dai la tua disponibilità per misurare la Stramilano).

Anni fa questo fatto mi avrebbe fatto imbestialire. Oggi non mi tocca, consapevole di aver corso, malgrado il tempo finale, la mezza con le migliori sensazioni di sempre.

Alla spicciolata arrivano tutti, chi con il proprio miglior tempo e chi con tempi vicini ai propri personali.

Incontriamo il nuovo iscritto Simone Bertini, contentissimo per la sua gara, al quale chiedo se è amico di quel "brutto pazzo" di Simone Caprari (ovviamente la risposta, seguita da una risata, è positiva).

Sconsolata arriva una epica Giovanna Pusterla, che porta a termine un impresa finendo la gara malgrado dolori da urlo.

Il primo pensiero appena giunti al pulmino è quello di recuperare un telefono per prenotare dell’ottimo pesce al ristorante, dove ormai ci conoscono e ci aspettano, malgrado l’orario.

La domenica finisce come è iniziato il pregara di sabato.

Birra al bar Leone.

Riccardo

 

 

 

 

 

 

Condividi su:

Deli.cio.us    Digg    reddit    Facebook    StumbleUpon    Newsvine
Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Marzo 2017 08:29
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.