Mercoledì 21 Agosto 2019
K RACE PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione 2002 Marathon Club   
Lunedì 05 Giugno 2017 09:02
Bellissima corsa stamattina in val Masino,nei boschi abitati e protetti dal Gigiat e sul Ghiandone reso viscido dalla pioggia.
Circa 200 concorrenti,con Leoni e Gaggi a farla da padroni; ottime performance del 2002 con Simone Bertini,Tiziano e Lorenzo,e Lucia De Nale premiata fra le prime 10 donne.
Io non ho mai corso questa gara,ma la mia fama di super Pupo e' arrivata fin quassu',infatti durante la gara trovo Donato,papa' di Alice,che mi urla dietro domandandomi dove sono le mie donne!!!! A fatica lo rassicuro che ci sono,leggermente dietro ma ci sono.
Salgo in valle con Cinzietta e la Vitto,durante il tragitto,sotto un diluvio incessante Cinzia mi spiega la corsa e mi delucida i punti critici,la val di Mello la conosco bene,avendo piu volte fatto il  mini Kima,ma la seconda parte verso i bagni mi e' ignota; il problema non e' percorso,ma un ginocchio che dalla Colmen non mi da tregua e mi fa un male boia.
Ritiriamo pettorale e Gadget, ( ottima magileatta tecnica Crazy ) presso il bar Kundaluna dalle splendide Laura e Francesa e poi via a cambiarsi e scaldarsi.
Martedi sera con Cinzietta ed Andrea ho provato a fare un 14 km di prova sul sentiero,tanto per tastare la gamba,ma sono tornato a casa con le orecchie basse per la sofferenza.
Ha smesso di piovere e si sta rasserenando,dal freddo siamo passati al caldo,ho optato per canotta sky,ma forse andava bene la canotta marathon,siamo in 200 circa,alle 10.00 partiamo,giro del paese e poi ci infiliamo nella splendida e suggestiva val di Mello,percorso bellissimo,tecnico,veloce,sdruciolevole impegnativo perche' molto stretto,infatti a causa del ginocchio che non vuole sollevarsi da terra volo fra le ortiche,ci metto un po a trovare il ritmo giusto, ma poi mi abituo,
A causa della pioggia c'e' molta acqua e ci tocca attraversare piu volte il torrente nel greto,cosi da inzupparsi tutte le scarpe ed aumentare maggiormente le difficolta' della corsa.
Poco avanti ho la Chiara Gianola e la prendo come mio obbiettivo,arrivare vicino alla terza donna non sarebbe male,cerco di avvicinarmi piu che posso, e nei tratti di salita sono li,ma poi dopo il giro di boa che ci riporta verso il basso sull'acciotolato grossolano il mio ginocchio soffre parecchio e mi metto di conserva, sperando in situazioni migliori: e' come affrontare un pave' con la bici da corsa.
Usciti dalla val di Mello affrontiamo un lungo falsopiano che ci portera' verso i bagni di Masino,qui tiriamo un po tutti i remi in barca,ci rilassiamo e ci prepariamo alla salita!!!
Bellissimo tratto di bosco,faggi spettacolari e abeti immensi che con le loro radici disegnano arabeschi e strani giochi di intarsi sul terreno,mi accorgo che le mie risorse si stanno esaurendo,la Gianola non e' distante,ieri ho fatto 140 km in bike, per la quiete famigliare, che oggi si fanno sentire,e quando affrontiamo la discesa finale,un po' il ginocchio un po la stanchezza,mi fannopagare pegno e perdo un po terreno,l'amico Ivan che mi aveva appena passato in alita se ne va ,e lo ritrovero' sorridente all'arrivo: un po in affanno e stravolto arrivo alla conclusione della corsa con Fabrizio ad immortalare il mio stato pietoso.
Comunque bellissima corsa,ben organizzata dal Tac e dai suoi,alcuni infortuni fra cui la caviglia di Laura,ma con queste condizioni poteva andare peggio,prima di chiudere devo doverosamente segnalare la grande prestazione del Caprari ieri alla Resegup,dove ha messo tutti in fila,ma non essendosi presentato stamattina io gli ho infilato una sua pupa.....
ciao a tutti
fabio giusto

Condividi su:

Deli.cio.us    Digg    reddit    Facebook    StumbleUpon    Newsvine
Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Giugno 2017 09:05
 

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.