Trittico Valtellina...GIRO DEI LAGHI DI CANCANO Stampa
Scritto da Graziano Battaglia   
Lunedì 26 Agosto 2013 07:00

Ancora un grande successo per la seconda prova del Trittico Valtellina che ha visto protagonista l'US Bormiese in qualità di organizzatrice dell'evento.

Le intemperie non hanno fermato le centinaia di appassionati di running che si sono dati appuntamento a Cancano, in alta quota, per onorare una passione comune: fare sport in compagnia!


Ed ora non ci resta che darvi appuntamento alla terza prova: Trofeo Sentiero Valtellina che si terrà a Piateda il 29 settembre.


Vi aspettiamo numerosi!!


[Le foto di PodistiValtellinesi.it]


[mezza maratona Fidal assoluta]

[mezza maratona Fidal femminile]

[mezza maratona Fidal categorie]

[mezza maratona non competitiva]

[camminata amatori, bambini e ragazzi]




Alle 8,30 sono a Cancano con la splendida pupa mora, in mezzo alla “bianca neve”.

Man mano che ci avvicinavamo all'alta valle il tempo peggiora progressivamente, a Sondalo viene giù acqua torrenziale, a Bormio .incontriamo auto con la neve sui tetti confermando una giornata drammatica, correre a 2000 metri in condizioni simili non è una bella prospettiva.

Però la fortuna aiuta gli audaci ,e poco prima della partenza la pioggia cessa  e fra le nubi fa capolino un timido sole che evidenzia maggiormente la neve caduta poco piu in alto.

Il dilemma è la scelta dell'abbigliamento, con Ale ci consultiamo ripetutamente, maglietta a manica lunga o corta?, gilerino? pantaloncino corto o tre quarti?.

Alla fine io opto per la maglietta sky e Ale maglietta manica lunga con sopra canotta sky e tubolari sui polpacci.

Come al solito, nonostante il tempo ci sono più di 200 partecipanti, con gli agguerriti atleti dell'areonautica, che la faranno da padroni, fra le donne primeggia Ivana Iozzia; noi, comunque siamo un bel gruppo.

Il percorso è stato accorciato a 17 Km, perche' alcune zone del lago presentano possibilità di frane.

Alle 10.00 si parte, io mi francobollo a Silvano Pasini, voglio vedere se riesco a stargli dietro, e correre con lui, al 2 km mi affianca Giorgio, che impopsta il passo, non c'e' Riccardo, ma in soccorso del vecchio è arrivato lui!!

Viaggiamo a 4.10, troppo per me, però, penso: ”sono solo 17 si può provare!! “.

Andiamo forte, davanti a noi c'è Giovanna Confortola ed il Franchetti non e' molto lontano, questi due riferimenti mi fanno capire che viaggiamo alla grande.

Alla fine della diga di San Giacomo, passiamo incredibilmente il Franchetti, ho quasi timore nel sorpassarlo, affrontiamo il muro della diga con un forte vento, fastidioso e freddo, Giorgio aumenta leggermente e il Pasini è dietro alla GIO ,ci avviamo alla fine, la strada comincia a salire e mi riporto sul Giorgio, ma quando spiana riprende il suo passo regolare, ho speso veramente troppo e come alla Stralivigno arrivo stremato, ma con un grande crono 1h10’02”.

A pochi secondi da Giorgio, mentre Silvano è arrivato davanti, imprendibile!!!!

Lo speaker continua a decantare gli eroi della giornata che hanno affrontato l'impossibile, ma presenti, e alla fine soddisfatti.

Dopo il rancio alpino le premiazioni che ci vedono protagonisti: Stefania Confeggi 10^ assoluta ed il Carluccio primo di categoria, a noi la consolazione di non aver preso la pioggia o la neve durante la gara.

Ciao a tutti

fabio giusto

 

 

Condividi su:

Deli.cio.us    Digg    reddit    Facebook    StumbleUpon    Newsvine
Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Agosto 2013 07:55